martedì 30 giugno 2009

Poesia: "Pensieri" di Flory Brown

Disegno fantasia con profilo di donna e cerchi tutt'intorno.Voglio ripubblicare, una volta per tutte, la versione originale di una mia lirica inedita, ma che circola in rete dal mese di Marzo '09, utlizzata in alcuni blog per la festa della donna. In tale occasione ha subito alcune modifiche che l'hanno imbruttita notevolmente, facendomi somigliare più ad uno scimpanzé che ad una compositrice di poesie!
A tutte le donne che si riconosceranno, non solamente durante la loro festa, dedico "Pensieri", a tratti divertente o sofferta, ma vicina al mondo di molte di noi.


Pensieri

(Flory Brown)

Io corro di qua, saltello di là

son tanti gl'impegni che devo onorare
e troppi gli appunti da risistemare;

le telefonate seccanti da fare,
poi tutta la casa bisogna nettare

e l'allenamento non tocca scordare!

La crema sul viso, il bagno da fare,
più tardi, io credo, che dovrò stirare!

Poi quando, sfinita, mi getto in poltrona,

la testa non termina di ripensare:
all'appuntamento col commercialista,

del supermercato figuro la lista,

ripenso ai quei volti che sono lontani,

a chi non mi vuole mai più rivedere,

ai gattini persi, alla mia tristezza,

al tempo che passa e fugge distante...

Allora m'affretto, mi guardo un po' in giro,

m'invento un lavoro che non è importante,

ricaccio giù in fondo i miei turbamenti.

No, basta! Non voglio di nuovo ascoltare,
non posso guardare i miei fallimenti!

Io corro, m'impegno, non lascio che il peso
di tutto il passato mi possa schiacciare

e faccia sparire, con il patimento,

la voglia che ho di passare i cent'anni,

di svegliarmi all'alba con l'animo lieto:

io voglio far festa... al bando gli affanni!

Flory Brown