giovedì 29 ottobre 2009

Informatica: Account Multipli in XP



A volte, lavorando con Windows XP, può accadere di veder negato l'accesso al proprio personale Account Utente, usato anche per navigare in Internet. Windows giustifica questo diniego con l'impossibilità di accedere a certi file temporanei dal nome troppo lungo presenti nei Temporary di Internet Explorer, segnalando il giusto percorso in C. A questo punto si può tentare un riavvio del computer, non una semplice disconnessione dall'Account e, il più delle volte, questa soluzione dovrebbe funzionare.
In caso contrario occorre connettersi con un Account Administrator, che possiede tutti i privilegi necessari a cancellare, dalla cartella "Temporary", i file temporanei ivi contenuti. Bisognerà avere l'accortezza, inoltre, di scegliere la visualizzazione dei file nascosti e di Sistema dalle "Opzioni Cartella", in Pannello di Controllo o nella barra degli Strumenti di Explorer.

Portarsi ora in C: dal menù Start, click destro del mouse, Esplora, poi in Documents and Settings, dove saranno presenti tutte le cartelle degli Account in uso. Ora cercare, per ciascuno di essi, le cartelle: Impostazioni Locali, Temporary Internet Files (ove presenti) ed eliminare le sottocartelle o i files qui contenuti, tranne Desktop.ini e Index.dat.

Se non fosse possibile procedere alla pulizia di cui sopra, cambiare la visualizzazione della cartella Temporary da Anteprima in Dettagli e procedere come descritto.

Riavviare il PC ed entrare con l'Account desiderato.
Flory

lunedì 26 ottobre 2009

Video: Ombre Cinesi e Fred Buscaglione

Nel 2010 saranno trascorsi cinquant'anni dalla morte di Fred Buscaglione, il simpatico cantautore torinese famoso per il suo modo davvero unico di interpretare brani molto spiritosi. Si ricordano, ad esempio, "Che bambola" e "Teresa non sparare", qui sceneggiata dalle mani di un artista specializzato in ombre cinesi. Il nome di quest'ultimo non è specificato nel video trovato in rete, ma so che si chiama Mirko Cherchi da Biella ed ha avuto la gentilezza di postarlo nel commento qui riportato. Bravo!!!!


Riflessioni - Bugie consolatorie

Uno smail grande e altri piccoli, tutti sorridentiFra i paladini della verità a oltranza, non v'è l'abitudine di portare conforto a chi mal sopporta il peso della realtà e addolcirla con invenzioni più o meno accettabili.

Si parla, dunque, delle "Bugie Consolatorie", le pietose fantasie spacciate per dati di fatto capaci di acquietare un cuore in tumulto.

Può accadere, ad esempio, che ci venga chiesto un parere sull'aspetto esteriore, l'appoggio morale sulle spinose questioni matrimoniali, una dimostrazione di simpatia che rinforzi l'autostima vacillante ed è in quei delicati momenti che dobbiamo operare scelte precise. Vogliamo confessare l'evidenza della realtà altrui o procedere per le strade tortuose e consolatorie della menzogna detta a fin di bene? Per me la risposta è, ovviamente, nella seconda opzione, però mi chiedo come mai alcuni individui siano nettamente contrari a tale scelta e mi dispiaccio della loro esigenza di far male a tutti i costi, sottolineando una mancanza non rimediabile, elargendo giudizi o consigli non voluti, invece di attendere un'occasione più propizia per affrontare il problema con tutta la delicatezza possibile.

Se è vero che conviene non fare agli altri ciò che non vorremmo fosse fatto a noi, devo chiedermi se ci troviamo in presenza di individui assuefatti al dolore, per una vocazione indotta al masochismo e pronti ad infliggere i tormenti, tanto agognati, ad un'altra persona desiderosa di conforto.

A volte osservo lo sguardo di questi abili torturatori cogliendone l'intima soddisfazione per aver sorpreso in fallo il proprio interlocutore, nell'ansia di svelarne le debolezze, nell'urgenza di dimostrare la propria superiorità.
In questa battaglia su chi sa svolgere meglio il ruolo del carnefice attirando su di sé l'odio, il timore di chi viene inutilmente percosso dalle parole, anche l'impenitente realista avrà la sua meritata dose di sofferenza, confermando quanto sia malvisto dalla comunità e scontando, così, il suo impalpabile senso di colpa.

Ho cercato più volte di persuadere questi fanatici kamikaze, ma inutilmente! La spinta interiore a smascherare se stessi e gli altri è invincibile giacché li distoglie dal loro intimo malessere, ma spero non vengano messi troppe volte sul nostro cammino così da procedere tranquillamente, consegnandoci alla benevolenza che sa ascoltare, comprendere e consolare.

Flory Brown - 26 Ottobre 2009

domenica 25 ottobre 2009

Video: Mosques, Moschee dal Mondo 2/2

Ecco pubblicata la seconda ed ultima parte del video che raccoglie le più belle moschee del mondo.

Riflessioni: Certi Giorni

Bambina orientale sorridente con un ramo di foglie secche rosse
E' ormai sera, la giornata sta per finire e mi ha colmata di soddisfazioni: si sono risolti alcuni malintesi, le mie fosche previsioni, come al solito, non si sono avverate ed il tutto aveva il dolce sapore della felicità. 

Come se non bastasse ho ricevuto attestati di stima, dichiarazioni d'amicizia, la confidenza di un bambino che mi ha confermato quanto sia vicina al mondo degli innocenti, sì, proprio una bella giornata.

Qualcuno potrebbe affermare: " E' un giorno da ricordare, da custodire gelosamente per il tempo in cui la sfortuna busserà alla porta." eppure, nella mente, non riesco a trovare il luogo adatto per i ricordi, vivere l'istante è tutto quello che so fare, di ciò che verrà dopo mi occuperò domani.

Certe volte taluni risvegli non sanno proprio di niente o sono carichi di sconforto, tanto che vorresti rimettere il capo sul cuscino, nasconderti sotto le lenzuola e ricominciare a sognare. In quelle occasioni, comuni a molti di noi, è forse utile aspettare, con la pazienza di chi conosce la fiducia in sé, lasciando che i minuti scorrano con esasperante lentezza, fino a condurci ad un'alba più lieve. Fa parte dell'esperienza umana saper affrontare i momenti di calma stagnante, così come le facili euforie non dovrebbero regalarci un'illusione d'eternità.

Succede, poi, di gridare "Basta!", al dolore, alle sconfitte, basta alla mancanza d'amore ed alle speranze perdute. Passerà anche quella voglia di farla finita, di ripiegarsi nel nulla, sparirà, ne sono certa!

Quando, alfine, giungerà l'ultimo istante e non vi sarà alcun domani possibile, allora non rimarrà che guardare in sé per rammentare, finalmente, com'è trascorsa l'esistenza: in quell'eterno istante sarà di conforto il ricordo delle carezze date e ricevute, delle gioie condivise e dei meritati successi, saranno dimenticati i giorni più tristi per inneggiare a ciò che stiamo lasciando, alla nostra vita che non è stata inutile!

FloryBrown - 25 Ottobre 2009

venerdì 23 ottobre 2009

Video: Sand Art by Ilana Yahav - Love 2008

Le creazioni artistiche con la sabbia come protagonista, possono essere ammirate sulle spiagge oppure in uno schermo che mostra le sapienti mani di artisti formidabili.

mercoledì 14 ottobre 2009

Video: Donne Magiche

La magia ha sempre fatto parte del mondo femminile, sia essa positiva o inquietante. Ho raccolto alcune belle immagini, in questo video, accompagnadole con un brano musicale intenso (Moving dei Secret Garden), a sottolineare il mistero delle cose inspiegabili.